Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Strategia di poker | Strategia per Principianti

Giocare Online- i 18-Player $6.50 Turbo NLH SNGs di Poker Stars

Stampa
Condividi
I grossi tornei multi-table online possono essere una esperienza estremamente frustrante anche per i giocatori di poker più veterani. Hai bisogno di riuscire a sopravvivere in veri e propri campi minati soltanto per arrivare a premio, e una volta che ci sei arrivato, devi continuare ad essere abile e fortunato per ottenere una posizione con cui puoi guadagnare abbastanza denaro rispetto al numero di ore investite nel torneo stesso.

Per poter compensare la vasta percentuale di volte che non riesci ad arrivare a premio, devi avere a disposizione un bankroll che è molte volte il tuo buy-in medio, o rischi di andare al verde. Fortunatamente, per coloro che preferiscono i tornei al gioco cash, ci sono diversi sit-n-gos multi-table su qualsiasi sito, che possono darti il tipo di azione che cerchi, e richiedono un minore investimento di tempo, con un potenziale ritorno in termini di denaro comunque ragionevole. Oggi, mi concentrerò su uno dei miei tornei veloci favoriti. I 18-player, $6.50 turbo no limit hold’em games su Poker Stars.

Laddove regolarmente servono 100-200 buy-ins nel tuo account per giocare regolarmente ai tornei più grandi, un giocatore medio dovrebbe arrivare a premio il 22% delle volte in un 18-player game, ed un giocatore in gamba dovrebbe fare ancora meglio. Quindi, un bankroll di anche sole 10 volte il tuo buy-in dovrebbe essere sufficiente , ed un primo posto vedrà ritornare quasi sette volte il tuo investimento nel giro di più o meno un’ora! Nel ricostruire il proprio bankroll che io avevo messo su piazzandomi a premio più volte fuori dal sito, ho deciso di dedicarmi ai giochi da $6.50. Negli ultimi sei tornei che ho giocato, sono finito una volta 1°, tre volte 2°, una volta 3° ed una volta 4°. Ecco come ho fatto.

La prima cosa di cui rendersi conto in questo tipo di tornei è che, nonostante sia un turbo, hai un po’ più di tempo di quello che potresti pensare prima di fare la tua mossa. Quello che ho notato a questo livello è che ci sono di solito 1-2 giocatori che andranno all-in molto presto. Se riesci ad ottenere una mano grossa al flop, puoi battere questi stacanovisti e metterti immediatamente in una posizione di forza. Se non lo fai, la mia raccomandazione è di giocare i primi livelli di buio molto tight, guardare flop economici se possibile con mani più speculative, e rilanciare solidamente con le mani più forti. Se non hitti la tua mano, non preoccuparti di foldare se incontri una forte resistenza. La cosa più importante da capire è che non stai cercando di creare gradualmente uno stack, perché l’accelerazione dei bui non te lo permette. Nei primi rounds, è meglio muckare le mani marginali, e risparmiare le fiches per giocare in modo più aggressivo più tardi.


Nonostante il fatto che i bui aumentino ogni 5 minuti, uno stack che resta intorno alla cifra iniziale di 1,500 è ancora adeguato fino al livello 75-150, che comincia una ventina di minuti dopo l’inizio del torneo. Se ti vengono servite delle carte non buone, sii paziente, dato che ti servono più munizioni possibili per quando ti viene servita una buona mano. In un torneo da 18 partecipanti, se solo raddoppi due volte avrai uno stack medio quando l’area bolla si avvicina. Inoltre, riuscendo ad essere paziente e stabilendo per il tavolo una immagine tight , potrai poi rilanciare in momenti strategici per ottenere i bui e gli ante quando ne hai bisogno, anche se le tue carte continuano a non essere eccellenti.

Il tavolo finale con nove giocatori di solito comincia intorno al livello 100-200. Idealmente, avrai raddoppiato a questo punto, il che ti posiziona nella media, ma se non lo hai fatto, hai bisogno di agire in maniera più aggressiva ed avere abbastanza fiches per affrontare l’aggiunta degli ante nel livello successivo. Vincere una mano o due andando all-in, specialmente se stai giocando in modo molto conservatore, ti permetterà di raccogliere abbastanza fiches per tenerti fuori dai guai durante il primo round con l’ante. Se è possibile, cerca le opportunità per batterti con gli shorter stacks che andranno all-in. Se vinci allo showdown, incrementerai largamente le tue chances di piazzarti a premio, e anche se non lo fai, resti comunque in vita.

Per quando raggiungi il livello 25, 200-400, dovrai essere in una posizione molto solida, dove puoi scegliere con chi batterti, recuperare fiches dagli stack più piccoli con le tue mani più forti, e foldando pazientemente con quelle più deboli mentre gli atri si eliminano tra loro, o potrai essere tu stesso in shortstack, costretto ad andare all-in con tutte le mani che hanno una possibilità di vincere allo showdown. Se ti trovi in questa ultima categoria, con quasi tutti gli Assi e le coppie più alte di tre, vale la pena andare in guerra, specialmente nelle ultime posizioni quando tutti potrebbero foldare dopo di te. Come in tutti i tornei, quando si arriva all’area bolla, con 5 o 6 giocatori rimasti, un gioco aggressivo potrebbe permetterti di dominare i giocatori che si lasciano prendere dall’ansia quando vengono coinvolti in un confronto così vicino ai premi. Se sei il chip leader a questo punto, puoi mettere distanza tra te e gli altri giocatori rimasti, dandoti così una migliore possibilità di vincere il torneo.

Per quando arrivi a premio, i bui sono di solito così grandi che i raise di tutti tranne il chip leader si riducono all’all-in o a somme che coprono quasi tutto il piatto. A questo punto, se sei in dubbio, sii aggressivo, dato che la maggior parte dei giocatori che si troveranno di fronte a te folderanno tutto eccetto le loro mani migliori. Se succede che ti imbatti contro una premium hand, amen, ma altrimenti, sarai in grado di restare in testa alla partita e rendere molto più semplice l’arrivare all’ heads-up.

Se sei fortunato abbastanza da essere uno dei due giocatori finalisti, la tua strategia si baserà largamente sul fatto che tu sia in testa o meno. Se hai lo stack più alto, cerca di mantenere una pressione sul tuo avversario laddove è possibile, senza diventare troppo ovvio. Se sei dietro, ed il tuo avversario è passivo, sfidalo con mosse aggressive. Se ti sta mettendo sotto pressione, usa l’aggressività attraverso i check-call o i check-raise con le tue mani più forti. Non aver paura di andare all-in con una mano migliore della media, dato che il tuo avversario potrebbe foldare, e se gioca potresti vincere allo showdown.

Seguire questa strategia mi ha permesso di piazzarmi a premio l’ 80% dei tornei che ho giocato a questo livello. Capendo gli altri giocatori al tavolo, ed utilizzando queste idee quando si presenta l’occasione, sono sicuro che raddoppierai il mio successo. Ci vediamo ai tavoli!